Pagine

giovedì 27 marzo 2014

Che cosa sei?


 Guinzaglio teso al massimo e naso in aria.
 Per Noris, un procione morto sulla strada ha un odore che riempie naso e testa. Sconosciuto e nuovo, pesante come la melassa.
 Prima di proseguire la nostra passeggiata dovevamo  assolutamente approfondire.
 Ci siamo seduti sul prato che costeggia la carreggiata e abbiamo studiato un corpo scomposto, lontano, solo attraverso il suo odore.
Quando tutto è stato chiaro siamo potuti ripartire.
Vivo o morto, adesso, lo riconosceremo ovunque, questo procione.
Anch'io ci ho provato ma l'odore della macchine e dell'erba e della terra mi si mescolavano nel naso in un polveroso intruglio fastidioso. Nessuna forma nella mia mente, nessun colore.
 Per Noris una forma e un colore, ne sono certa.
Chi ci ha visto di sfuggita questa mattina, scorrendo a 45 miglia orarie, ha sicuramente pensato ad una strana coppia.









13 commenti:

  1. In effetti si saranno chiesti cosa steste facendo! Affascinante il mondo degli odori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente! Mi affascina il mondo degli odori anche se purtroppo non ho un fra "naso"! Ciao MammainOriente!

      Elimina
  2. Eh, i cani percepiscono un mondo tutto loro e sono una ricchezza indescrivibile.
    L'umanità in genere ha dimenticato cosa vuol dire contemplare un procione morto a qualche passo di distanza. Non facciamo più parte di un equilibrio naturale, siamo gli intrusi in troppi momenti devastatori, come quello che ha cecchinato il procione ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo intrusi pesanti nella natura, cara Renata, ma speriamo di imparare a conviverci meglio nel futuro!

      Elimina
  3. Molto belle queste cronache americane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari potrei cambiare il titolo del blog in "Cronache americane"...grazie Pyp!

      Elimina
  4. effettivamente qualcuno se lo sarà cheisto... :-) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chissà cosa pensano gli americani?

      Elimina
  5. spesso utilizzano la loro sensibilità agli odori quando i padroni li lasciano in autostrada e loro tentano disperatamente di tornarsene a casa... chiedendosi perchè di un simile trattamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enio ciao bentornato! Credo che il mondo degli odori sia straordinario per i cani e io spesso me li immagino come scie colorate che li avvolgono e travolgono! Un saluto.

      Elimina

Tutti i commenti sono letti e meditati con entusiasmo dall'autrice del blog che si riserva il diritto di cancellare quelli poco educati o in lingue non comprensibili.