Pagine

venerdì 28 febbraio 2014

Overland Stage Line

Buckingham Palace.

Londra è viva, vive a mille velocità, cambia marcia ad ogni fermata di "tube".
Ogni volta che esci da sottoterra una nuova Londra ti appare, a volte verde e altolocata, a volte babilonica, a volte modernissima ma mai disattenta. Ogni entrata di metropolitana è sorvegliata da addetti molto presenti e normalmente gentili. Quando sei a Londra ti rendi conto della latinità di Parigi, ad esempio e anche della sua capacità di farti sentire trasparente e fastidioso.
Londra è maestra nel  coniugare tradizione e modernità senza forzature. Ho visto Camden Town e ne sono rimasta incantata.


Facciata di una casa a Camden Town.


Chi fosse in partenza per Londra faccia un giretto in questo quartiere incredibile. Il recupero di antiche stalle reali ha del fenomenale.
A Londra bisogna ricordarsi in fretta di cambiare i propri meccanismi mentali legati alla concezione di destra e sinistra e per una come me, che ci mette qualche bel secondino per ricordarsi la maninaconcuiscrive, il rischio di essere fatta fuori da un elegante taxi londinese è sempre in agguato.





Discesa dalla Cattedrale a Losanna.



Ho passeggiato per Losanna, salendo e scendendo in un gioco di piani che ti trasporta, non senza fatica, in zone temporali diverse della città. La metropolitana di Losanna è quasi una cremagliera in certe zone e le fermate sono scandite da suoni e voci che hanno un che di disneyano, pulita, silenziosa, ordinata, protuberanza scontata della città che la sovrasta.
Losanna è il posto perfetto per riappacificarsi con la propria condizione di "pedone", è sufficiente, infatti, avvicinarsi al bordo di un marciapiede, in prossimità delle strisce pedonali, per percepire  una forza misteriosa, simile ad un campo magnetico, che rallenta e poi blocca le automobili in arrivo da ambo i lati, dicono si chiami: educazione stradale.






Ho salutato Strasburgo con tenue nostalgia. Sono stati tre anni piacevoli, vissuti in una città facile e gradevole, ricca di tradizioni e dai dintorni incantevoli. Ma non lascio il mio cuore qui, ho faticato per fare qualche conoscenza, forse ho bussato alle porte sbagliate e ad alcune ho bussato troppo tardi.
A Strasburgo fate attenzione ai ciclisti che sono, credo, i più prepotenti d'Europa. Se osate invadere una ciclabile, anche solo con un piede, rischiate di essere travolti senza pietà, in nome di una ecologicità trasformata in terrorismo.


Rochester.


Poi sono tornata qui, infilata di nuovo in un inverno che pare voglia vincere tutti i record, nel cuore freddo del Michigan.
Aspettando container, aspettando la primavera, aspettando visite.
Sui mezzi pubblici non ho molto da dirvi perché semplicemente sono una rarità, e gli unici pulmini che sfrecciano sono gialli e pieni di ragazzini, presumo urlanti. Narra la leggenda che non esistano nemmeno orari affissi alle fermate, tu ti metti più o meno lì e aspetti.
La diligenza passa sempre prima del tramonto, gringo.











8 commenti:

  1. Al solito è piacevole leggere i tuoi post e quando descrivi le città sembra proprio di esserci. Rimpiango il campo magnetico di Losanna alle strisce pedonali, qui a Trieste sembra che siano invece un'attrattiva per le macchine che infilano pedoni come birilli al bowling!!! nel giro di pochi mesi 4 pedoni sono andati all'ospedale...
    Buona permanenza a Rochester ??? intanto Buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Renata!
      Credo che la Svizzera sia un caso unico ma sicuramente molto piacevole! Qui in Michigan non ci si pone il problema tanto NON ci sono i pedoni! ;)

      Elimina
  2. Cara Mìgola, è un piacere seguire i tuoi viaggi.
    Buon fine settimana, ovunque ti trovi cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso...sei sempre carino! Un abbraccio.

      Elimina
  3. Sembra di viaggiare con te!!!! Che differenze enormi svelate dal tuo sguardo attento.... Qui per ora sembra il Michigan, anche quanto a mezzo pubblici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille...
      Per raggiungere il livello mezzi pubblici del Michigan bisogna impegnarsi, credimi!

      Elimina
  4. Mi è piaciuto "aspettando visite" :) Magari chissà.....

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono letti e meditati con entusiasmo dall'autrice del blog che si riserva il diritto di cancellare quelli poco educati o in lingue non comprensibili.