Pagine

lunedì 29 ottobre 2012

"Quando c'è la morte non ci siamo noi, quando ci siamo noi non c'è la morte, quindi la morte non è un male".

Ci sono situazioni che ti prendono in pieno, come un treno ad alta velocità potrebbe investire uno scoiattolo che si è attardato sulle rotaie.
Così, senza rallentare. BAM!
Ci sono situazioni che ti fanno cadere a peso morto.
Poi...
Ci sono voci che ti risucchiano l'anima.
Ci sono parole che ti colpiscono e restano nella testa, come un eco senza fine, risuonano ancora e ancora...

"Ti ho pensato tanto."

E ti rendi conto che forse sei solo uno strumento, che la tua voce, simile ad un'altra voce, è un tramite tra due persone che si sono volute bene e che ti stanno  usando per salutarsi un'ultima volta e sei felice di sapere le risposte.

 "Anch'io, ci vediamo presto!"






8 commenti:

  1. La morte è un male perchè pone fine alla vita. Al riguardo potresti chiedere un parere allo scoiattolo ma... solo se il treno s'è fermato in tempo!
    un sorriso
    Gautier

    RispondiElimina
  2. Non riesco a commentare un post come questo, pura emozione..
    non saprei che cosa aggiungere.

    RispondiElimina
  3. Parole che fanno riflettere...

    RispondiElimina
  4. Mi pare tutto un po' arrovellato.
    Se noi siamo la vita e la morte è parte della vita, la morte ci riguarda. Mi pare. Anche se ciò non significa che sia un male.
    Forse non una relazione transitiva perfetta ma quasi. O no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una frase di Epicuro ed è sicuramente il tentativo di allontanare la paura della morte dallo spirito dell'uomo...ma questo credo sia impossibile!

      Elimina

Tutti i commenti sono letti e meditati con entusiasmo dall'autrice del blog che si riserva il diritto di cancellare quelli poco educati o in lingue non comprensibili.