Pagine

lunedì 13 maggio 2013

Ho...

Sono stati giorni intensi e non facili ma:

  • ho mangiato asparagi saporitissimi, il rotolo di spinaci, el tortel de patate, canederli, la polenta di Storo, erbette di campo;
  •  ho impacchettato tutta la casa senza troppe lacrime e con molti sorrisi (avevi ragione Annachiara!);
  •  ho avuto vicino una persona fantastica che mi ha aiutato, ha scherzato, sollevato infinite cose, fatto sparire oggetti, ha saputo sospingermi con delicatezza verso le giuste decisioni e ridere dei miei eccessi ed è stata la mia memoria storica senza mai la pedanteria di chi c'era e vuole fartelo sapere;
  •  ho potuto rivedere cari amici e sciogliere tutta la malinconia in chiacchere balsamiche;
  •  ho annusato il profumo dei miei boschi e ne ho sperimentato il potere taumaturgico;
  •  ho visto una casa in mezzo al bosco e mi ci sono immaginata anziana;
  •  ho conosciuto  ragazzi speciali che sono la prova provata che il coraggio, la fantasia e la voglia di fare non mancano e si vedono riflessi negli occhi e si sentono nelle strette di mano;
  • ho camminato per le strade della mia città riconoscendone, come i ciechi, gli angoli e le curve, mano nella mano con lo Scettico, mi sono lasciata guidare nel suo vecchio cuore e la memoria sostituiva pian piano i dettagli per restituirmela ringiovanita di quasi trent'anni.
  • ho rivisto un uomo speciale che mi ha seguito in tutte le tappe fondamentali della mia vita: giovane studentessa mi ha aperto gli occhi sul mondo del lavoro e le sue problematiche, ha unito la mia vita a quella dello Scettico, ha tenuto in braccio e purificato i miei figli neonati, ha camminato con me, dietro le bare dei miei genitori, aiutandomi con parole sagge e forti. Anche questo era un momento forte e avevo bisogno di lui;
  • ho salutato l'oncologo di mamma e abbiamo parlato di lei con tenerezza, l'abbiamo ricordata sorridente e fiera dei suoi nipoti lontani ed è bello sapere che ci sono medici che non si lasciano indurire dalla fatica della lotta.
 Ho chiuso una porta fisicamente ma, forse, ho aperto una finestra del mio cuore che era chiusa da qualche anno ed ora sento l'aria nuova.

18 commenti:

  1. Splendide parole che disegnano lo start up, il balzo che fa li splendido uccello che lascia indietro il suo ramo secco e vola verso l'oasi nel deserto di cui non non conosce l'esistenza.

    LEGGERTI è come tornare a respirare dopo lunghi attimi di apnea.
    LEGGERTI è come aprire le persiane al sole la mattina dopo la notte di pioggia triste e battente
    LEGGERTI è la mano che ti solleva mentre scali un duro sentiero di montagna e la voce che ti dice" DAI CHE SEI QUASI ARRIVATA"

    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie come sempre a te, Erika! Tu mi coccoli troppo ma certe volte c'è bisogno di essere coccolati anche dalle parole...un abbraccio!

      Elimina
  2. Ho un'amica fantastica e ne sono fiero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mai un giorno ci incontreremo a Trento ho scoperto un posticino per un pranzetto che è super e che credo ti piacerebbe proprio...chiacchere balsamiche che un giorno faremo! Grazie.

      Elimina
  3. Bentornata cara Migola , hai affrontato giorni difficili e intensi . Hai intrapreso un viaggio che ti avrebbe portata a chiudere alcune porte ,non senza dolore , ma hai anche viaggiato dentro te stessa , ritrovando luoghi dell'anima che credevi dimenticati .Il tempo ti aiuterà e i tuoi angeli illumineranno il tuo cammino.Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Mirtilla...un viaggio dell'anima, un viaggio polveroso e che lasciava le mani sporche ma che, senza che me ne rendessi conto, puliva il cuore! Un abbraccio forte, trentino direi! ;)

      Elimina
  4. vecchia o nuova, a me sembri sempre, sinceramente, una meravigliosa persona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Zio, sicuramente sono, adesso, una persona più ricca di...scatoloni! ;)
      Un bacio.

      Elimina
  5. Bentornata! Si respira davvero un'aria nuova, più serena, sono felice per te. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao Margherita,
    grazie per la spolveratina, per l'arieggiata...era tutto a posto! ;)

    RispondiElimina
  7. Che bel post Migola, una esperienza che poteva essere triste che hai trasformato in un momento di riflessione ma anche in qualche modo di serenità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pyp...di riflessioni ne ho fatte tante e il più delle volte positive, meno male! Ciao!
      Mìgola

      Elimina
  8. mi hai anche un po' commossa. però quell'ultima frase è così bella che lascia aperte tantissime porte e pensieri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci provo ad aprire finestre, dicono che bisogna arieggiare! ;) Se poi al posto di entrare pensieri positivi entrano ragni...so' problemi! ;) Ciaooooo

      Elimina
  9. Che bel post Migola, davvero emozionante, fa piacere leggerlo a riflettere su tutto quello che hai scritto. Sono contento per te.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aldo

      questo è quello che mi piace di essere in questo mondo blog, condividere! Grazie. Un caro saluto anche a te!

      Elimina
  10. Ciao Mìgola, tu non mi conosci e finora nemmeno io ti conoscevo, né conoscevo il tuo blog. Il nostro cammino sulle strade del Web si è casualmente incrociato, per la prima volta pochi minuti fa, sul blog di Tomaso. Mi hanno colpito il tuo nickname così particolare e il tuo avatar (una stella alpina) che mi ha fatto pensare a qualche tuo collegamento con la montagna che io, pur donna di pianura, amo visceralmente. Questo è ciò che mi ha condotta sul tuo blog, dove ho appena letto gli ultimi quattro post, commoventi ... emozionanti... coinvolgenti. Questo basta per farmi desiderare di tornare e conoscerti meglio. Eccomi quindi da oggi fra i tuoi followers.

    RispondiElimina
  11. Benvenuta Krilù! Già una donna che ama la montagna è amica mia a prescindere! ;) Speriamo di approfondire la nostra conoscenza di blog...sarà un piacere! Grazie!

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono letti e meditati con entusiasmo dall'autrice del blog che si riserva il diritto di cancellare quelli poco educati o in lingue non comprensibili.